Polpette agli agrumi in crosta di papavero

0 0

Directions

Con la prossima ricetta ho partecipato al “Re-Food Contest”di “Youcook.it“.

Il contest prevedeva la creazione di una ricetta con due ingredienti di riciclo: due uova e pane raffermo.

L’idea mi è stata data, involontariamente, dalla mia amica Valentina curiosa di sapere se conoscevo una ricetta per le polpette agli agrumi.

Certo che ho una ricetta!
E, guarda caso, tra gli ingredienti ci sono quelli richiesti dal contest… qualche piccola modifica e mi sono messa ai fornelli!

Ecco a voi le mie polpette agli agrumi in crosta di papavero.

 

polpette-agli-agrumi_2_web_laforchettasullatlante

PROCEDIMENTO:

  • Spremete il succo degli agrumi (stando attenti ai semi), grattugiate le scorze e mettetele da parte.
  • Tagliate il pane raffermo a piccoli pezzi, mettere in una boule e ricoprite con il succo degli agrumi e metà scorze grattugiate.
  • Aggiungete un pizzico di sale, un filo d’olio EVO e lasciate ammorbidire per qualche minuto.
  • Il composto sarà pronto quando riuscirete a sbriciolarlo con le mani e non ci saranno parti dure.
    (Se pensate che la crosta sia troppo dura da ammorbidirsi in pochi minuti, potreste usare solo la mollica…ma a me piace il sapore della crosta!)ingredientiweb
  • Nel frattempo mettete in un’altra boule il tritato di vitello, le uova, il prezzemolo tritato finemente, le restanti scorzette e il pane raffermo (dopo averlo ben strizzato!).
  • impasto_web_laforchettasullatlante
  • Salate, pepate e mescolate tutto insieme.
  • Se pensate che l’impasto sia troppo morbido unite una manciata di pangrattato e lavorate l’impasto fin quando tutti gli ingredienti non saranno ben amalgamati.
  • Formate delle polpette di medie dimensioni (farle grandi significherebbe bruciare i semi di papavero e averle crude all’interno) e disponetele su un vassoio.
    polpette-crude_web_laforchettasullatlante
  • Mettete i semi di papavero in un piatto e, una alla volta, procedete ad impanare le polpette.
  • Fate riposare almeno cinque/dieci minuti in frigorifero.polpetta-e-papavero_Web_laforchettasullatlante
  • Mettete l’olio in un pentolino alto e fate scaldare fino a quando non sarà bollente.
  • Le polpette andranno cotte ad immersione (devono essere completamente coperte dall’olio) e dovranno cuocere compresa tra i 165° e 185°.
  • Adagiare le polpette su carta assorbente in modo da asciugare l’olio in eccesso e poi impiattate.polpette-agli-agrumi_1_web_laforchettasullatlante
    Sono ottime gustate calde.
    Come accompagnamento io ho usato una crema di zucca frullata con succo d’arancia leggermente cotta, ma si accompagnano bene anche con un’insalata di finocchi e arance.
    Consigli:

    • Non contenendo formaggi l’impasto risulterà morbido, nonostante il pangrattato. Ma non preoccupatevi, i semi di papavero formeranno una bella crosticina.
    • Al momento dell’impanatura vi consiglio di fare molto delicatamente per non rovinare la polpetta, provate a muovere il piatto in senso circolare in modo che i semi di attaccheranno da soli alla polpetta e non disferete la forma.
    • Fate riposare le polpette in frigo per almeno cinque/dieci minuti: se l’alimento è freddo la frittura verrà più croccante.
    • Procuratevi un termometro da cucina, è importante che l’olio non scenda mai sotto i 165° perchè sarebbe come bollire il cibo nell’olio. Se, invece, la temperatura dovesse salire oltre i 185° bisognerà togliere il pentolino dal fuoco ed aspettare che la temperatura ritorni nei margini di sicurezza.

      Da mangiare sorseggiando un “Antinoo” di Casale del Giglio, oppure un Pinot nero Altoatesino.

(Visited 136 times, 1 visits today)
Polpette agli agrumi in crosta di papavero

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Bookmark this recipe

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Features:
  • Lactose Free
Cuisine:
Share

Daniela

previous
Funghi cardoncelli dorati al forno
next
Tortelli di zucca con mostarda mantovana, amaretti e ricotta
Facebook Comments

Add Your Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.