Peperoncini piccanti ripieni alla calabrese

9.3K

Da quando ho memoria, a casa mia c’è sempre stato un barattolo di peperoncini rotondi ripieni.
In realtà, ne ho tanti di ricordi legati a questo alimento: cassette piene di piccoli peperoncini rotondi di mille colori (dal giallo al rosso intenso, passando per sfumature violacee) e tante donne che con una laboriosa catena di montaggio svuotavano i peperoncini, li sbollentavano e, dopo aver preparato il ripieno, riempivano queste piccole bomboniere piccanti.

IMG_1325

La loro preparazione richiede un po’ di tempo, perché bisogna svuotarli con attenzione, cercando di non rompere il peperoncino e privandolo di tutti i semi interni. Dopodiché si sbollentano in acqua e aceto, si lasciano asciugare e si riempiono con una farcitura che varia da regione a regione.

A casa mia si riempiono con la ricetta che ti racconto oggi, con tonno – ovviamente Callipo -, olive e pomodori secchi, ma in tante altre case e in altre provincie i ripieni sono differenti. C’è chi taglia a coltello gli ingredienti per il ripieno, chi li frulla o chi usa solo il tonno. 

La ricetta si presta a mille interpretazioni e a mille ripieni, io ti racconto la mia ricetta da cui potrai trarre le basi per poi costruire la tua in base ai tuoi gusti. 

box per immagine in evidenza_

 

 

Peperoncini piccanti ripieni alla calabrese

Preparazione 1 h
Asciugatura peperoncini 1 d
Tempo totale 1 d 1 h

Ingredienti

  • 1 kg Peperoncini tondi piccanti
  • 300 grammi Tonno sott'olio Callipo
  • 300 grammi Olive verdi in salamoia dopo averle denocciolate
  • 200 grammi Pomodori secchi
  • Aceto di vino rosso
  • Acqua
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale

Istruzioni

  • Prima di cominciare, munisciti di guanti usa e getta in lattice, altrimenti rischierai di ustionarti visto che questa tipologia di peperoncino è molto piccante.
  • Elimina il gambo e la calotta dei peperoncini con l’aiuto di un coltello affilato, svuotandoli anche di tutto il contenuto e di tutti semi.
  • Bisogna stare attenti ad essere molti delicati: è molto facile rovinarli tagliandoli o spaccando la polpa del peperoncino!
  • Una volta svuotati, sciacquali mettendoli in una bacinella piena d’acqua fredda, in questo modo li pulirai e farai uscire eventuali semini rimasti.
  • Adagiali in una pentola che riempirai fino a coprire i peperoncini, con un misto di acqua e aceto di vino rosso. Io uilizzo un bicchiere di acqua ogni due di aceto.
  • Quando il composto raggiungerà il bollore, considerare un paio di minuti e levate i peperoncini, aiutandovi con una schiumarola, facendo sempre molta attenzione a non romperli.
  • Adagiali capovolti (con l’apertura verso il basso) sopra un canovaccio pulito e lasciateli scolare una notte.
  • Il giorno dopo prepariamo il ripieno: sgocciola il tonno, denocciola le olive e tuffa in acqua tiepida i pomodori secchi per farli ammorbidire.
  • Frulla tutto insieme molto grossolanamente (in origine si tagliava tutto a mano e si inserivano nel peperoncino lo stesso numero di pezzetti di ogni alimento, oggi preferisco fare una salsa molto grossolana per poter amalgamare meglio i sapori).
  • Riempi i peperoncini con l’aiuto di un cucchiaino con il composto preparato, facendo attenzione a non riempirli troppo sennò il rischio è che, una volta messi nel barattolo con l’olio, la farcitura fuoriesca.
  • Adagia i peperoncini in un piatto (o direttamente in un vasetto di vetro) e procedi nello stesso modo fino a che non li avrete riempiti tutti.
  • Con molta delicatezza riempi tutti i vasetti, senza premerli. Poi riempili con olio extravergine di oliva (in modo da coprire completamente tutti i peperoncini) e un pizzico di sale in superficie.
  • Adagia sopra i coperchi: se ci saranno eventuali bolle d’aria, verranno a galla durante le ore successive.
  • Lasciali riposare una notte e controllateli: probabilmente l’olio sarà calato (assorbito dai peperoncini), quindi rabboccalo.
  • Chiudi i vasetti con i tuoi peperoncini piccanti ripieni alla calabrese e riponeli per almeno due settimane prima di poterli mangiare.
  • Durante l’inverno saranno perfetti sia come antipasto che come sfizio da mangiare tra una portata ed un’altra!
Chef: Daniela Ceravolo
Portata: Sottaceti
Cucina: Calabrese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Like
Close
Daniela Ceravolo © Copyright 2021. All rights reserved.
Close