Fettuccine con pesce spada, fiori di zucca e bottarga di tonno

0 0

Directions

Si dice che l’Italia sia la patria della pasta, ma che origini ha? Da dove arriva e perché è diventata il simbolo di un’intera nazione?

food-lunch-meal-pasta

 

La sua nascita è ancora piuttosto controversa,  molte ipotesi differenti e molte leggende si sono sviluppate intorno alla genesi di questo fantastico ingrediente.

Già Cicerone e Orazio, 100 anni prima di Cristo, erano ghiotti di làgana (una schiacciata di farina, senza lievito, cotta in acqua),  ed Apicio ci lascia la prima testimonianza scritta, nel suo “De re coquinaria libri”, di un timballo racchiuso dentro làgana.

photo-1447279506476-3faec8071eee

Nel ‘500 Gragnano era conosciuta come la patria della pasta di grano duro: a testimonianza dell’importanza della produzione della pasta, nel ‘700 l’amministrazione della città ridefinì l’assetto urbanistico in modo da favorire l’essiccazione dei maccheroni.

Una lunga storia per arrivare fino ad oggi, 25 Ottobre 2016, giorno in cui a Mosca, si terrà il 19° World Pasta Day 2016.

Un evento organizzato da AIDEPI, in collaborazione con l’IPO (International Pasta Organisation), durante il quale grandi nomi del panorama nazionale e mondiale si alterneranno per mettere in evidenza il valore nutritivo della pasta, la sua accessibilità e adattabilità alle popolazioni e culture di tutto il mondo, il suo gusto unico e il bassissimo impatto ambientale.

Per celebrare questa giornata ho deciso di preparare un piatto un po’ particolare ma molto saporito ed originale: Fettuccine con pesce spada, fiori di zucca e bottarga di tonno.

img_1259

E’ una ricetta che ho preparato qualche mese fa, in estate in Calabria, quando i fiori di zucca si raccoglievano ogni mattina e mio padre portava a casa tanto pesce fresco.
In questo caso ho usato un trancetto di pesce spada che ho abbattuto (congelandolo per diversi giorni e poi lasciandolo una notte in frigorifero per farlo scongelare lentamente) in modo da poterlo usare anche crudo senza nessun rischio.

Ho completato il piatto con una spolverata leggera di bottarga di tornno, perfetta da aggiungere a primi di mare per esaltare il sapore del pesce.

Provate questa ricetta fresca e saporite e non ve ne pentirete!

Il calendario del cibo italiano celebra la giornata mondiale della pasta con uno splendido articolo di Tamara Cinciripini (del blog Perle e ciambelle), vi invito alla lettura del post ufficiale e dei contributi che i soci AIFB hanno preparato per la giornata!

(Visited 26 times, 1 visits today)
Fettuccine con pesce spada, fiori di zucca e bottarga di tonno

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredients

350 grammi Fettuccine secche
400 grammi Pesce spada (abbattuto se volete usarlo anche crudo)
100 grammi Datterini rossi
10/12 Fiori di zucca
50 grammi Bottarga di tonno
Olio extravergine d'oliva
Sale
Aglio
1/2 bicchiere Vino bianco secco
Prezzemolo

Bookmark this recipe

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Features:
  • Lactose Free
  • Pesce
Cuisine:

Ingredients

Share

Steps

1
Done

Lavate i datterini e tagliateli a metà, pulite e lavate con molta attenzione i fiori di zucca e tritate finemente il prezzemolo, mettendo tutto da parte.

2
Done

Su un tagliere, stendete il trancetto di pesce spada, formate delle fette e staccatene delicatamente la pelle. Tagliate a strisce sottili e poi a cubetti.

3
Done

OPZIONALE

Se volete guarnire il piatto con delle fettine di pesce spada crudo dovete assicuravi che il pesce sia abbattuto. In questo caso tagliate delle fettine molto sottili (due per piatto) e lasciatele da parte per la guarnizione.

4
Done

Mettete gli spicchi d’aglio tagliati a metà a dorare in una padella dal fondo antiaderente.
Non appena imbionditi, toglieteli dal fuoco, facendo attenzione a non bruciarli.
Dopodiché, aggiungete i datterini e fateli soffriggere per qualche minuto.

5
Done

Aggiungete i cubetti di pesce spada, fate rosolare leggermente e poi sfumate il tutto con mezzo bicchiere di vino bianco.
Lasciate cuocere per 2/3 minuti a fuoco lento.

6
Done

Insaporite con sale e pepe a piacere.

7
Done

Nel frattempo, portate a bollire una pentola d’acqua salata. Buttate le fettuccine, fatele cuocere e scolatele ancora al dente.

8
Done

Saltate la pasta nel condimento ed amalgamate bene gli ingredienti.
Aggiungete i fiori di zucca, lasciandone uno per piatto da parte per decorazione.

9
Done

Spolverate con la bottarga di tonno, mescolate il tutto fino a distribuire il condimento in modo omogeneo e, se necessario, aggiungete un paio di mestoli d’acqua di cottura.

10
Done

Impiattate: spolverate con un po’ di bottarga ed il prezzemolo tritato finemente, infine guarnite con i fiori di zucca e i filetti di pesce spada crudo.

Daniela

previous
Lumache al sugo: tra ricordi d’infanzia e sapori calabresi
next
Pasta al forno: Conchiglioni ripieni con funghi e salsiccia
Facebook Comments

6 Comments Hide Comments

Non conoscevo il tuo blog e finalmente la Pasta mi ha portato qui!
Bellissimo piatto. Complimenti.
Piacere di averti conosciuta e felice giornata della pasta anche a te.
Tiziana

Noooo ma è meravigliosa la tua ricetta!!! Partiamo dal fatto che adoro le fettuccine secche, ma poi il connubio con il pesce spada, i miei amati fiori di zucchina, i pomodori… ricetta strepitosa!!! Grazie mille. Marianna

Add Your Comment