Ricette dal (mio) mondo
alla-scoperta-della-ciabbotta-abruzzese

Alla scoperta della ciabbotta abruzzese

Porzioni

4

Prep

20 min

Cottura

40 min

Difficoltà

Intolleranze

  • Gluten Free
  • Lactose Free
  • Vegan
  • Vegetarian

Quando ho iniziato a partecipare al calendario del cibo italiano, indetto dall’AIFB – Associazione Italiana Food Blogger, ero felice di poter far conoscere a più persone possibile tante ricette della mia terra d’origine (Calabria) e di quella che mi ha adottato (Lazio).
Quello che non mi aspettavo era di conoscere e scoprire cosi tanti piatti particolari di cui mai avevo sentito nemmeno il nome.
Cosi è stato per la ciabbotta!
Prima di decidere se contribuire ho cercato di capire bene le origini, gli ingredienti e il tipo di cottura e con mia grande sorpresa ho scoperto che è un piatto che accomuna tantissime regioni.

Ciabbotta, Giambotta, Giabotta… sono tanti i nomi e altrettanti i modi in cui viene preparato questo piatto… addirittura ne esiste una versione calabrese di cui non conoscevo l’esistenza.
Ciò che unisce tutti questi termini, però, è l’utilizzo di ottime materie prima (zucchine, melanzane, peperoni, pomodori)  che in questo periodo dell’anno sono all’apice della loro bontà.

Io ho deciso di provare a cucinare la Ciabbotta abruzzese, una versione un po’ più stufata e meno fritta rispetto alle altre… d’altronde la prova costume si avvicina, no? 🙂

Ma cos’è la Ciabbotta?
Per dirlo “alla francese”, è una ratatouille! Una ratatouille un po’ rustica forse… ma sicuramente altrettanto prelibata!

IMG_9085

Secondo un amico abruzzese si chiama cosi perchè “abbotta”, ovvero “riempie”… ed infatti è un piatto che può essere considerato unico se mangiato in grandi quantità.
Diversamente è ottimo come contorno per la carne, come condimento per un piatto di pasta o come ripieno per una torta salata.

Vediamo insieme come preparare questo piatto?

Ogni ingrediente deve avere lo stesso peso, in questo caso circa 200/300 grammi

  • 1 grossa Cipolla bianca o ramata
  • 1 grossa Melanzana
  • 3/4 piccoli Peperoni di diversi colori
  • 2 Patate
  • 2 Zucchine medie
  • 3 Pomodori ramati
  • Sale
  • Olio extravergine d'oliva
  • Basilico fresco

IMG_9053

PROCEDIMENTO:

  • Affettate e tagliate a cubetti tutte le verdure, possibilmente dello stesso spessore.
  • Scaldate dell’olio extravergine d’oliva in una padella capiente e fate saltare la cipolla dolcemente, aggiungendo successivamente dell’acqua calda in modo che non sia fritta ma stufata.
  • Unite i vari ingredienti di volta in volta, in base al tempo di cottura: peperoni, melanzane, patate, zucchine, pomodori.
  • Ogni volta che aggiungete un ingrediente, salate leggermente e coprite con un coperchio. Se vi sembra che le verdure stiano friggendo aggiungete piccole dosi di acqua calda.
  • Fate cuocere a fuoco dolce.
  • La ciabbotta è pronta in circa 40 minuti, a seconda delle dimensioni delle verdure.
  • A cottura quasi ultimata, unite delle foglie di basilico e un filo di olio extravergine d’oliva.
  • Spegnete la fiamma e coprite con il coperchio.
  • Fate riposare qualche minuto e poi servite.
  • Io ho accompagnato la ciabbotta con del pane casareccio tostato e condito con un filo d’olio extravergine d’oliva.box per immagine in evidenza_1
    Spero che questa ricetta vi sia piaciuta, come sempre vi raccomando di andare a leggere il post ufficiale riguardante la giornata nazionale della ciabbotta sul sito di AIFB, scritto sapientemente dall’ambasciatrice Giustina D’alessandro.

A presto e buon appetito!

Facebook Comments
Condividi:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Email this to someone

Share & Print

0 0 100 0

Nessun commento

Lascia un commento

< buzzoole code